Chi siamo

CANOAVERDE è un’associazione senza scopo di lucro iscritta al Registro Regionale delle Associazioni di Promozione Sociale. È stata fondata nel 1991 come circolo di Legambiente e nel 2017 ha aderito anche a FICT Federazione italiana canoa turistica. Come recita lo Statuto, CANOAVERDE è “un’associazione ambientalista e pacifista, opera a favore di una società basata su di un equilibrato rapporto uomo natura, per un modello di sviluppo fondato sull’uso appropriato delle risorse naturali e umane e per la difesa dei consumatori e dell’ambiente, per la tutela delle specie animali e vegetali, del patrimonio storico e culturale, del territorio e del paesaggio”.
Attraverso l’organizzazione di escursioni, raduni, iniziative culturali e formative CANOAVERDE promuove in particolare l’uso del kayak quale mezzo ecocompatibile per escursioni in mare e nelle acque interne, diffonde le conoscenze e sostiene la tutela degli ecosistemi acquatici.
Il gruppo ristretto dei soci fondatori si è allargato fino a raggiungere dopo venticinque anni i circa 130 affiliati. Alla guida dell’associazione si sono succeduti come presidenti Massimo Carlini, Luisa Casu, Paola Tasso, Vincenzo Porella, Giovanni Chiola e Giulio Pillepich. Da ricordare in questi anni il contributo volontario e gratuito di tanti soci per sostenere l’associazione attraverso i lavori di manutenzione e riparazione delle sedi, l’organizzazione di eventi e di uscite in mare: fra tanti citiamo l’impegno di Gino Frencia.
Nella primavera 2016 la sede storica di CANOAVERDE in via Sarfatti 36r a Nervi è stata lasciata per la nuova sede di via Ganduccio 2r, distante poche decine di metri, ma finalmente oltre il “Ponte Romano” che rendeva difficile l’uso di carrelli: il tragitto per il varo dei kayak nello specchio acqueo del Porticciolo di Nervi è ora di 130 metri, tutti in piano, con semplificazione di tutte le operazioni.

Il logo del polpo pagaiatore – alla quale eravamo affezionati e che è legato alla storia dell’Associazione – è stato sostituito per ragioni tecniche con il nuovo logo di CANOAVERDE, che ne ha conservato però l’idea di base simpatica e spiritosa.